mercoledì 27 marzo 2013

Tra le dita


Adoravo baciarti quando ero ubriaco
per non parlare di quanto ti amavo dopo aver scopato
puntuale come sempre arrivi dopo aver mangiato 
per non parlare del caffè che senza di te neanche lo pensavo
guidando nel traffico 
o guardando un tramonto
sentirti bagnata appena uscivo dal mare
compagna nelle lunghe attese della vita
quando gli anni non si contano "tra" le dita
c'eri quando mi svegliavo in piena notte
e non riuscivo a prender sonno 
quando da piccolo giocavo a fare l'uomo 
c'eri quando dovevo dire qualcosa di importante
quando la paura me la faceva fare nelle mutande
quando il mio pensiero viaggiava con quello di un amico 
quando in mezzo alla folla mi sentivo ormai sfinito.

Nessun commento:

Posta un commento